Aloe Vera

aloeAl mondo esistono più di 250 varietà di aloe, ma soltanto una è conosciuta da millenni per le straordinarie proprietà benefiche…l’Aloe Barbadensis Miller, detta Aloe Vera. Vi sono infatti numerose testimonianze sull’utilizzo di questa pianta.

Aloe vera Barbadensis Miller Di origine africana è una pianta grassa perenne appartenente alla famiglia delle Liliacee, come l’aglio e la cipolla, e cresce in zone caratterizzate da un clima arido e siccitoso. In questi luoghi dove altre piante morirebbero, l’aloe riesce a sopravvivere! Appartiene alla classe delle xerofite ovvero quelle piante in grado di chiudere gli stomi (piccoli pori posti sulla superficie delle foglie) per conservare l’acqua al proprio interno evitando la disidratazione.

Inoltre, particolari componenti chimiche, consentono a queste piante di richiudere istantaneamente qualsiasi ferita a danno della superficie fogliare impedendo all’acqua di fuoriuscire. Attraverso queste difese, l’aloe protegge il gel contenuto all’interno delle proprie foglie dal processo di ossidazione che altererebbe i suoi benefici nutritivi. Per fare un esempio se si taglia una mela e la si lascia a contatto con l’aria si noterà che la parte esposta inizia a cambiare colore diventando marrone.
La stessa cosa succede con l’aloe! Non appena una foglia viene tagliata inizia il processo di ossidazione, questo rese praticamente impossibile riprodurre le proprietà dell’aloe quando si cercava di trasportarla e utilizzarla lontano dai luoghi favorevoli alla sua crescita.

slider02

Fortunatamente, verso la metà del secolo scorso, la scienza, attraverso una tecnica per stabilizzare il gel estratto dalle foglie dell’aloe, ha garantito l’uso sicuro ed efficace di questa miniera di oltre 75 elementi nutrizionali tra i quali 20 minerali, 12 vitamine e 18 aminoacidi, anche li dove non era possibile la sua coltivazione. Affinché si possa trarre il massimo vantaggio da questa pianta eccezionale essa deve quindi essere “biologicamente viva”; deve essere usato un corretto processo di stabilizzazione che ne mantenga inalterate le proprietà benefiche. L’unica parte usata della pianta dovrebbe essere il gel interno alla foglia accuratamente estratto per evitare intrusione di Aloina (contenuta nella linfa appena sotto la scorza della foglia) un potente lassativo.

Il processo di stabilizzazione della Forever Living Products è protetto da brevetti internazionali e garantisce che il gel stabilizzato di aloe e il gel grezzo di una foglia matura sono praticamente identici; risultato reso possibile anche dalla lavorazione a freddo e senza l’aggiunta di alcuna sostanza chimica a garanzia che tutti i principi attivi e tutti i nutrienti sono stati conservati.

A garanzia della qualità i prodotti a base di aloe vera devono assicurare che l’ingrediente principale è il gel stabilizzato di aloe al 100% e che questo sia in cima alla lista degli ingredienti e cioè che l’aloe è il principale ingrediente del prodotto.

slider-background02Le migliori marche di prodotti a base di aloe vera hanno ricevuto il marchio di approvazione dell’ International Aloe Science Council (Consiglio Scientifico Internazionale dell Aloe) nonché il riconoscimento di organi internazionali attenti alle caratteristiche di qualità e purezza degli alimenti.La proprietà dell’aloe più straordinaria, è l’adattabilità, cioè la capacità di agire adeguatamente, come coadiuvante, in risposta ad ogni problema specifico della persona che ne fa uso migliorando lo stato di benessere. Infatti non è raro che assumendo l’aloe per intervenire su determinati aspetti del nostro organismo, scopriamo di trovare giovamento in aree che non consideravamo bisognose della nostra attenzione.

I prodotti all’aloe vera sono ottimi anche per i nostri amici animali, che siano gatti, cani, conigli e anche cavalli. Le sue qualità sono ugualmente benefiche per i nostri compagni a quattro zampe, ai quali si può somministrare come integrazione all’alimentazione quotidiana, anche diluita nell’acqua, nonché ad uso topico per lenire le irritazioni della pelle, per tagli, punture di insetti, ferite da morso e abrasioni.